Coronavirus “COVID-2019″

//Coronavirus “COVID-2019″
  • View Larger Image

Coronavirus “COVID-2019″

2020-02-26T18:19:46+00:00 News|

Stante le numerose notizie circolanti in queste ore, circa il Coronavirus “COVID-2019”, si ritiene opportuno informarvi che POLIS ha sin da subito posto particolare attenzione alla problematica, sia per la tutela degli operatori che per tutte le persone che usufruiscono dei servizi, attenendosi alle disposizioni generali degli Organi Ufficiali dello Stato e delle Regioni (Abruzzo, Puglia, Sardegna, Toscana e Umbria). In questa fase alcune Regioni possono adottare, ad integrazione dei dispositivi ministeriali, alcuni accorgimenti più restrittivi rispetto ad altri, ma sempre seguendo le linee di indirizzo ministeriali.

Gli ultimi eventi hanno imposto di innalzare il livello di attenzione, invitando tutti i cittadini a rispettare quelle che sono le più comuni norme igienico sanitarie che, nel nostro caso, sono già contenute nelle nostre procedure a tutela del rischio biologico.

Comunque sia, POLIS ha ritenuto opportuno e necessario informare direttamente i propri Soci, mutuando le informazioni sotto riportate, dai siti dell’Istituto Superiore della Sanità, dal Ministero della Salute, dalle Regioni, dagli Ordini professionali e dalle Società scientifiche.

Quali sono i sintomi più comuni del Coronavirus COVID-2019?

Le fonti ufficiali parlano di febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie. E nei casi più gravi l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. E se una forma inizialmente lieve può progredire in una forma grave questo può avvenire soprattutto in persone con condizioni cliniche croniche preesistenti, come ipertensione e altri problemi cardiovascolari, diabete, patologie epatiche e altre patologie respiratorie; anche le persone anziane potrebbero essere più suscettibili alle forme gravi.

Raccomandazioni per ridurre l’esposizione e la trasmissione.

Il Ministero della Salute indica che le raccomandazioni per ridurre l’esposizione e la trasmissione (di una serie di malattie respiratorie) comprendono il mantenimento dell’igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavare le mani), pratiche alimentari sicure (evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate) ed evitare il contatto ravvicinato, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti”. L’impegno per prevenire l’epidemia da Coronavirus passa anche attraverso i comportamenti, che devono essere basati su informazioni corrette, seguendo le misure raccomandate contenute in un semplice decalogo.

Decalogo comportamentale.

  1. Lavati spesso le mani
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate
  8. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. Contatta il numero 112 O IL NUMERO APPOSITAMENTE ISTITUITO 1500 se hai febbre o tosse e pensi di poter essere stato contagiato
  10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Accorgimenti particolari regionali

Abruzzo: direttive ministeriali e sospensioni per il 24 e il 25 delle attività dell’ateneo D’Annunzio e del Tribunale di Lanciano fino al 2 marzo;

Puglia: direttive ministeriali e censimento per gli studenti che rientrano dal nord (in emanazione);

Sardegna: direttive ministeriali e rafforzamento controlli in arrivo ai porti e agli aeroporti;

Toscana: direttive ministeriali e obbligo comunicazione del rientro dalle zone di quarantena, oltre a dover ridurre l’accesso di visitatori nelle struttura Sanitarie e Socio sanitarie;

Umbria: direttive del 23/02/2020 in linea con quelle ministeriali.

Ad ogni buon conto, la cooperativa rimane a disposizione di tutti i Soci per qualsivoglia informazione circa il Coronavirus COVID-2019, attraverso i coordinatori dei servizi, supportati dall’Ufficio Prevenzione e Protezione.

Polis non mancherà, data la costante evoluzione, di segnalarvi altri eventuali provvedimenti e misure che venissero emanate. Ci siamo comunque dotati di adeguate forniture di guanti per garantire la necessaria protezione igienica e di disinfettanti a base alcolica per il lavaggio delle mani.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi